La scelta di Modena per la prima edizione incarna la volontà di dare continuità a una tradizione culturale che ha caratterizzato il Ducato d’Este nella sua storia come un centro nevralgico della diplomazia internazionale. L’occasione è dettata dalla volontà di celebrare queste caratteristiche che riconosciamo nel modo di far impresa del Giappone e con l’intento di creare legami tra le culture dei due Paesi.

Contestualmente, in collaborazione con altri enti a vario titolo operanti nella promozione dei rapporti con il Giappone, il comitato opererà per favorire l’individuazione di potenziali opportunità di cooperazione. Il carattere locale dell’iniziativa modenese, dunque, si propone di elaborare un modello analitico ed operativo replicabile in ogni altro contesto italiano, nella volontà di garantire il rispetto e di favorire la valorizzazione delle peculiarità produttive di ogni territorio.